News Prima Squadra
CONTATTACI: 335-7688803
CONTATTACI: 335-7688803
Registrati

Sponsor (1)

 logo Automania  23GULINO  55studio legale catalano  nissan 1 spnsr pgn copia
   
   

Calcio femminile, intervista a mister Moschera: “Proveremo a ripetere le prestazioni dell'anno passato 2015-16”

Valutazione attuale:  / 0

 

 

La Ludos, squadra di calcio femminile palermitana, si sta preparando ad affrontare nuovamente la serie C. Pur avendo conquistato l'anno precendete 2015-16 sul campo il primo posto, la squadra del presidente Cinzia Valenti non si è potuta iscrivere, per motivi economici, al campionato di serie B, rimanendo così nella categoria inferiore. Quest’anno la squadra palermitana è allenata per il secondo anno da mister Moschera che ha cortesemente risposto così alle nostre domande.

Mister quale modulo preferisce ?

Sicuramente il modulo che preferisco è il famoso 5-5-5 del mister Oronzo Canà, che sicuramente mi permetterebbe di avere la superiorità numerica in ogni zona del campo.                                                                                                                                                                                                                                                    Comunque, a parte gli scherzi, il modulo che utilizzo più spesso è il classico 4-4-2, anche se quest’anno, consapevole delle qualità tecnico-tattiche delle ragazze, sono certo di poter utilizzare anche il 3-5-2, perché tale schema mi permette di attuare un gioco più dinamico e più propositivo in fase di attacco.

Mister a quale allenatore si ispira in Serie A o in altri campionati ?

Potrei fare nomi eclatanti, così come è abitudine di molti, partendo dai vari Capello e Sacchi fino ai più recenti Conte e Montella, ma sarebbe troppo facile.La mia fonte di ispirazione, invece, sono tutti quegli allenatori delle serie minori e soprattutto dei settori giovanili che lavorano, senza avere a volte un minimo di riconoscenza, e che si impegnano al massimo, cercando sempre di migliorarsi, mettendo a disposizione dei loro atleti il proprio sapere, sperando di far riuscire a far capire loro il vero significato dello sport qualunque esso sia.

Addentriamoci nel campionato, la Ludos si ritrova a competere nuovamente in Serie C, rispetto alla scorsa stagione, da dove si possono trarre gli stimoli per fare bene? E secondo lei, visti i magnifici risultati avuti sul campo, quanto sarà difficile emulare le prestazioni del 2015-16 o addirittura fare meglio ?

Sicuramente il fatto di non aver potuto partecipare al campionato di serie B è stato un brutto colpo per tutto lo staff della Ludos, che l’anno scorso ha lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo. La delusione più evidente è stata manifestata dalle ragazze che, dopo aver dominato per tutto lo scorso campionato, si sono viste sfumare l’occasione di poter partecipare alla categoria superiore. Però mi sembra di aver capito fin da subito che da questa situazione, le stesse atlete siano riuscite a trarne gli stimoli giusti per cercare di ripetere il risultato dell’anno scorso, dimostrando a tutti che i risultati ottenuti non erano soltanto frutto della fortuna, ma di un duro lavoro durato circa 7/8 mesi. Certo, ripetere le prestazioni ottenute nel 2015/16 sarà difficile, ma sicuramente noi ce la metteremo tutta per confermare anche quest’anno il vero valore della Ludos e delle atlete che la compongono.

Addetto Stampa - ASD LUDOS

Francesco Riccobono

Sportdonna interview – Ludos, pres. Valenti: “Niente B perché poco supportati”

Valutazione attuale:  / 0

 

Ancora una volta la Ludos Palermo ha dovuto abbandonare il sogno di disputare un campionato di serie B Nazionale per via di problemi economici

 

 

Per il secondo anno consecutivo, la Ludos Palermo ha dovuto rinunciare all’iscrizione al campionato di serie B, nonostante la promozione ottenuta sul campo nello scorso campionato regionale. Abbiamo intervistato il presidente Cinzia Valenti per capire meglio il disagio della realtà palermitana.

Presidente, a distanza di anno sarete costretti nuovamente a disputare il campionato regionale anziché la serie B. Come vi sentite?
“Rifare lo stesso campionato dopo avere conquistato sul campo la categoria superiore, è una scelta “innaturale” soprattutto nel mondo dello sport. E’ contraddittorio insegnare ai giovani a conquistarsi qualcosa di importante e poi doverla abbandonare. Ma le difficoltà soprattutto economiche non offrono molte scelte per cui o ti ridimensioni, costruendo qualcosa di nuovo che possa offrire tempi migliori in futuro o smetti di fare attività sportiva di categoria, curando solo il settore giovanile. Noi abbiamo scelto di proseguire su entrambi i binari, sviluppando nuovi progetti, sperando che possano essere di aiuto alla nostra realtà per obiettivi futuri”.

Quali sono state le maggiori difficoltà per l’iscrizione al campionato?
“Le difficoltà maggiori sono state di ordine economico, in quanto soprattutto per la Sicilia, i costi di un campionato Nazionale lievitano soprattutto sia per l’iscrizione che per le trasferte che arrivano sino al Centro Italia”.

Qual è lo stato d’animo della squadra che si era guadagnata la serie B sul campo?
“Riferendomi a quanto accennato ogni atleta si impegna per raggiungere un obiettivo che è la crescita individuale e di gruppo. Va da sé quindi che dovere rinunciare a qualcosa che ti sei conquistato è assolutamente demotivante per le atlete più grandi e che hanno avuto esperienze in campionati di categoria superiore”.

Da parte delle Istituzioni non avete ricevuto nessun tipo d’aiuto per la vostra situazione?
Le Istituzioni sostengono molto poco la Ludos e lo sport nella sua completezza, anche se il Comune di Palermo, da tre anni, è ritornato a sostenere lo sport con interventi partecipativi, ma siamo lontani da quanto ricevevamo fino a 15 anni fa. Il nostro Paese, purtroppo, non attribuisce allo sport la giusta importanza legata ai valori intrinsechi che tutti quanti conosciamo, però è sempre pronto ad apparire difronte a titoli Europei, Mondiali, Olimpici . Ma non dobbiamo dimenticarci che i titoli vinti sono frutto del lavoro e dell’impegno delle società, dei tecnici e degli atleti che si allenano in impianti vandalizzati e in strutture private e che vanno pagate. Le società per questo fanno altrettanti sacrifici pur di mantenere vivo lo sport, la storia di un club e quindi della propria città”.

Sponsor (2)

 logo Automania  23GULINO  55studio legale catalano  nissan 1 spnsr pgn copia
   
   

s5 logo

Nostro Indirizzo:

Sede: ASD LUDOS calcio

Via Toscana 6 -  Palermo 90144

Contatta Club

Informazioni:

presidenza@ludosfemminilepalermo.it

info@ludosfemminilepalermo.it 

ludoscalciofemminile@pec.it

3357688803

 

 

Iscriviti:

S5 Box

Register

Questo sito fa uso di cookie proprietari e di “terze parti” - per assicurarti una migliore esperienza di navigazione. Decidendo di “saltare” questo banner, o proseguendo con la navigazione su questo sito web e/o con l'interazione con gli elementi della pagina, si acconsente all’impiego di cookie. Per saperne di più o modificare la configurazione dei cookie, clicca sul link Maggiori informazioni sui cookies Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito:

EU Cookie Directive Module Information